Analisi Fondamentale Eni

 Home / Analisi Titoli / Analisi Titolo Eni
Dati Societari

Azioni in circolazione
3634,185 mln.

Capitalizzazione
52.623,00 mln. EURO

Pagella
Redditività
Solidità
Crescita
Rischio
Rating
Buy
Profilo Societario

Eni è una delle compagnie energetiche integrate più importanti al mondo; opera nelle attività del petrolio e del gas naturale, della generazione elettrica e dell'ingegneria e costruzioni, in cui vanta competenze di eccellenza e forti posizioni di mercato a livello internazionale. Obiettivo dell'Eni è la creazione di nuovo valore in grado di soddisfare le attese degli azionisti; ciò si realizza mediante il continuo miglioramento della posizione di costo e della qualità dei prodotti e dei servizi per i propri clienti, nonché mediante l'attenzione per le esigenze dei dipendenti e, in generale, per il perseguimento di un modello di crescita sostenibile e nel rispetto degli interessi di tutti gli stakeholders, anche con l'attenta valutazione degli impatti ambientali delle proprie attività e lo sviluppo di nuove e più efficienti tecnologie. Opera in circa 70 Paesi con circa 75.000 dipendenti.

Andamento titolo

Le azioni Eni fanno parte del paniere FTSE Mib e rientrano nel segmento Blue Chips.
Eni mostra una rischiosità inferiore alla media del mercato (beta minore di 1) riflettendo il buon grado di diversificazione geografica delle attività.
Negli ultimi 3 anni il titolo Eni ha registrato una performance negativa (-21,7%) contro il +21,3% dell'indice FTSE Mib: dopo una iniziale fase laterale durata fino a marzo 2014 le azioni hanno tentato una timida ripresa fino ai massimi di luglio 2014 con un guadagno di circa il 15,5% rispetto ad inizio periodo. Da allora è iniziato un trend discendente, parallelo alla discesa dei prezzi degli idrocarburi, con una flessione di circa il 30% dei prezzi ai minimi di gennaio 2015 seguito una breve ripresa fino a maggio 2015 ed una nuova flessione ai minimi di febbraio di quest'anno; ripresa di quasi il 20% nelle ultime settimane.

Dati Finanziari
Voci di bilancio2014var %2015var %2016
Totale Ricavi110.948,00-37,8668.945,00-17,7756.693,00
Margine Operativo Lordo19.416,00-39,7511.699,00-18,029.591,00
Ebitda margin17,50----16,97----16,92
Risultato Operativo7.917,00-135,13-2.781,00-177,562.157,00
Ebit Margin7,14-----4,03----3,80
Risultato Ante Imposte7.342,00-184,87-6.231,00-107,69479,00
Ebt Margin6,62-----9,04----0,84
Risultato Netto850,00-1.203,29-9.378,00-84,46-1.457,00
E-Margin0,77-----13,60-----2,57
PFN (Cassa)13.685,0023,2216.863,00-12,3814.776,00
Patrimonio Netto62.209,00-13,7353.669,00-1,0953.086,00
Capitale Investito77.207,00-7,2871.588,00-3,9968.730,00
ROE1,37-----17,47-----2,74
ROI10,43-----3,94----3,18
Commento ai dati di bilancio

Nel triennio 2013-2015 Eni ha mostrato una diminuzione del fatturato del 40,6% mentre il margine operativo lordo è sceso del 43,1% in presenza di margini in calo di 0,7 punti percentuali. Il risultato operativo è passato da un dato positivo di 8,86 miliardi ad un rosso di 2,78 miliardi, analogo andamento per l'utile netto passato da 4,97 a -9,38 miliardi. La redditività del capitale è diminuita sia a livello di ROE, passato dall'8,1% al -17,5%, che di ROI sceso di 15,5 punti al -3,9%. In crescita l'indebitamento finanziario netto, salito di 1,4 miliardi a 16,9 miliardi, con un debt to equity passato da 0,25 a 0,31.

Comparables
AziendaP/EP/BVDividend Yield %
Enineg0,965,83%
Total22,831,235,69%
Exxon21,652,053,42%
Chevron40,111,204,38%

Commento : tra le principali aziende operanti nel settore dell'estrazione di idrocarburi Eni è quella più a buon mercato sulla base del rapporto Price/Book Value (Prezzo/Valore Contabile) mentre il Price/Earnings (Prezzo Utili) non è significativo avendo registrato una perdita nell'ultimo esercizio; il rendimento da dividendi, prossimo al 6%, è il più elevato tra le aziende incluse nel campione.

Plus e Minus

Opportunità : il nuovo piano strategico prevede un incremento medio della produzione del 3% annuo pur in presenza di una riduzione di oltre il 20% degli investimenti, abbassando il punto di pareggio da 45 a 27 dollari al barile e mantenendo l'attuale livello di dividendi grazie a cessioni di asset non strategici

Rischi : nuove flessioni dei prezzi degli idrocarburi

Ultime News

01/03/2017 - Eni: risultati 2016 e piano industriale 2017-20

Eni resta in rosso nel 2016 ma con risultati in netto miglioramento sul 2015 ed un ritorno all'utile nel quarto trimestre. Nel dettaglio i ricavi dell'esercizio passano da 68,9 a 56,7 miliardi (-17,8%), il margine operativo lordo scende del 18% a 9,6 miliardi, il risultato operativo torna positivo per 2,2 miliardi (da un rosso di 2,8 miliardi del 2015) grazie a minori svalutazioni, ed il risultato... continua »

28/10/2016 - Eni: conti in rosso nel trimestre e nei nove mesi

Il difficile contesto operativo, causato dai bassi prezzi delle materie prime energetiche, impatta sui risultati di Eni che restano negativi sia nel terzo trimestre che nei primi nove mesi dell'anno. Nel dettaglio i ricavi diminuiscono del 30,4% a 39,8 miliardi di Euro mentre l'utile operativo passa da 3,6 a 0,5 miliardi (1,03 nella versione adjusted); il risultato netto di competenza passa invece... continua »

29/07/2016 - Eni: conti in rosso nel I semestre

Resta negativo l'utile di Eni nei primi sei mesi dell'anno ma con un miglioramento tra primo e secondo trimestre grazie alla ripresa del prezzo degli idrocarburi. Nel dettaglio i ricavi della gestione caratteristica sono passati da 42 a 27,3 miliardi di Euro (-35,1%) mentre l'utile operativo è diminuito di oltre il 90% a 325 milioni; l'utile netto di competenza è passato da 735 a -1242 milioni rid... continua »

Ipotesi Valutazione e Sensitivity Analysis

Nell'applicazione del metodo dei flussi di cassa scontati e dell'Economic Value Added si sono ipotizzati:
- una crescita dei ricavi del 3% nel 2016 che sale al 12% nel 2017 e si riporta gradualmente all'1,5% nel lungo periodo;
- un Ebitda margin in crescita dal 18,2% nel 2016 al 25,5% di lungo periodo;
- un ROI di lungo periodo del 18,1%
Infine si prevedono un tax rate in calo al 58% ed un costo del debito medio del 5%.
I risultati del modello convergono su un valore per azione di circa 17,6 Euro che tende a crescere (ridursi) di 1,85 Euro per ogni punto in più (in meno) del margine sulle vendite come mostrato nella figura seguente.



Analisi Titolo Eni in formato PDF

I target price e le indicazioni di acquisto contenute in questo articolo sono ottenute per mezzo dell'applicativo Step 3.0 sulla base dei dati di mercato disponibili al giorno dell'analisi e della formulazione di ipotesi sul futuro dei risultati finanziari della società analizzata. Dette indicazioni sono fornite esclusivamente a titolo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento finalizzata a porre in atto transazioni sui mercati finanziari. Qualsiasi decisione di investimento che dovesse essere presa dagli utenti del sito, sulla base delle informazioni qui fornite, è di loro esclusiva responsabilità e deve intendersi assunta in piena autonomia decisionale, sotto la loro responsabilità e a loro esclusivo rischio.