Analisi Fondamentale Mediobanca

 Home / Analisi Titoli / Analisi Titolo Mediobanca
Dati Societari

Azioni in circolazione
881,235 mln.

Capitalizzazione
8.384,95 mln. EURO

Pagella
Redditività
Solidità
Crescita
Rischio
Rating
Buy
Profilo Societario

Mediobanca è la banca d'affari leader in Italia. Da oltre 60 anni assiste la clientela nei suoi processi di sviluppo imprenditoriale fornendo sia servizi di consulenza professionale sia servizi di finanza, dal più tradizionale credito bancario alle più sofisticate formule finanziarie presenti sui mercati dei capitali. L'attività viene svolta con la tradizionale riservatezza e con prontezza di esecuzione resa possibile da una struttura snella, composta da professionisti competenti e distinti da notevole spirito di squadra e identità aziendale. La clientela è costituita dai più importanti gruppi imprenditoriali italiani e da un considerevole numero di realtà aziendali di medie dimensioni. Sempre maggior attenzione viene riservata alla clientela internazionale, sia per i suoi fabbisogni cross-border sia per le attività negli home markets.

Andamento titolo

Le azioni Mediobanca fanno parte del paniere FTSE Mib e rientrano nel segmento Blue Chips.
Mediobanca mostra una rischiosità superiore alla media mercato (beta maggiore di 1) dovuta alla presenza nel settore finanziario e alla dipendenza dei ricavi e degli utili dall'andamento dei mercati finanziari.
Negli ultimi 3 anni il titolo Mediobanca ha registrato una performance negativa (-4,2%) ma migliore del -14,9% fatto registrare nello stesso periodo dall'indice FTSE Mib; dopo un primo massimo ad aprile 2014 il titolo ha avuto una pausa di assestamento nella successiva parte dell'anno per crescere con maggiore decisione nei primi sette mesi del 2015 raggiungendo un massimo a fine luglio dello stesso anno, da allora è iniziato un trend discendente che ha portato ad un sostanziale dimezzamento delle quotazioni (minimi di inizio luglio 2016). Nell'ultimo trimestre l'andamento è rimasto incerto, con la ripresa dei mesi di luglio e agosto vanificata in buona parte dalla flessione del mese successivo.

Dati Finanziari
Voci di bilancio2015var %2016var %2017
Margine di Interesse1.414,0710,161.557,734,151.622,36
Margine di Intermediazione2.166,601,532.199,7213,102.487,93
Risultato di Gestione1.245,23-7,351.153,664,791.208,91
% sul margine di intermed.57,47----52,45----48,59
Risultato Ante Imposte757,09-2,75736,2724,14913,99
% sul margine di intermed.34,94----33,47----36,74
Utile di Esercizio592,852,49607,6222,16742,25
% sul margine di intermed.27,36----27,62----29,83
Totale Attivo70.710,62-1,2669.818,610,9070.445,56
Patrimonio Netto8.867,100,628.921,853,029.191,66
ROE6,69----6,81----8,08
Commento ai dati di bilancio

Nel triennio 2014-2016 (il bilancio chiude al 30-06) Mediobanca ha registrato una crescita del Margine di Intermediazione del 12% mentre il risultato di gestione è passato da 1201 a 1153,7 milioni di euro (-3,9%); netto miglioramento sia per il risultato lordo, passato da 501 a 736,3 milioni (+47%) che per quello netto, da 461,4 a 607,6 milioni (+31,7%). La redditività del capitale (ROE) è aumentata di un punti toccando quota al 6,8%.

Comparables
AziendaP/EP/BVDividend Yield %
Mediobanca8,770,604,43%
Goldman Sachs12,880,831,50%
Morgan Stanley11,160,841,70%

Commento : nel raffronto internazionale con le principali merchant bank Mediobanca risulta tra quelle più a buon mercato sia se si considera il Price/Book Value (Prezzo/Valore Contabile) sia se si utilizza il Price/Earnings (Prezzo/Utili); buono il rendimento da dividendi superiore al 4%.

Plus e Minus

Opportunità : sviluppo nel retail banking (grazie alla controllata Che Banca) e nel credito al consumo (Compass)

Rischi : notevole esposizione al mercato italiano e all'andamento dell'economia domestica

Ultime News

27/10/2017 - Mediobanca: bene i conti del primo trimestre

Nel primo trimestre dell'esercizio 2017-18 Mediobanca realizza una crescita a doppia cifra di ricavi e utile, spinti soprattutto dal buon andamento delle commissioni e proventi finanziari. Nel dettaglio il margine di interesse cresce del 5,6% a 331,7 milioni di Euro e le commissioni ed altri proventi aumentano del 30,5%; il margine di intermediazione sale del 12,9% a 598,4 milioni mentre i costi d... continua »

11/05/2017 - Mediobanca: ricavi e utile in crescita nei nove mesi

La terza trimestrale di Mediobanca vede una conferma del trend di crescita di ricavi e utile, spinti soprattutto da commissioni e proventi finanziari. Nel dettaglio il margine di interesse dei primi nove mesi dell'esercizio 2016-17 cresce del 5,5% a 955,1 milioni di Euro e le commissioni ed altri proventi aumentano del 19,5%; il margine di intermediazione sale del 9,1% a 1656,8 milioni mentre i co... continua »

09/02/2017 - Mediobanca: risultati in crescita nel semestre

Nel primo semestre dell'esercizio 2016-2017 (periodo luglio-dicembre 2016) Mediobanca ha messo a segno una crescita del margine di interesse del 5,2% a 635,6 milioni di Euro mentre le commissioni sono aumentate del 4,1% a 236,8 milioni; andamento positivo anche per i proventi da negoziazione, passati da 45,8 a 63,8 milioni (+39,3%). Il margine di intermediazione è cresciuto così del 5,5% a 1072,... continua »

Ipotesi Valutazione e Sensitivity Analysis

Nell'applicazione del metodo del dividend discount model e dell'excess return si sono ipotizzati:
- una crescita delle attività che passa dall'1% del 2016-17 al 3% di lungo periodo;
- una crescita delle commissioni al 2% nel 2016-17 e al al 3% negli anni seguenti;
- un cost/income ratio in calo dal 47,5% del 2016-17 al 45% di lungo periodo;
Infine si prevede un tax rate stabile al 22% ed un payout in progressiva crescita fino al 54% di lungo periodo.
I risultati del modello convergono su un valore per azione di circa 7,35 Euro che tende a crescere (ridursi) di 0,23 Euro per ogni punto in meno (in più) del cost income ratio come mostrato nella figura seguente.



Analisi Titolo Mediobanca in formato PDF

I target price e le indicazioni di acquisto contenute in questo articolo sono ottenute per mezzo dell'applicativo Step 3.0 sulla base dei dati di mercato disponibili al giorno dell'analisi e della formulazione di ipotesi sul futuro dei risultati finanziari della società analizzata. Dette indicazioni sono fornite esclusivamente a titolo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento finalizzata a porre in atto transazioni sui mercati finanziari. Qualsiasi decisione di investimento che dovesse essere presa dagli utenti del sito, sulla base delle informazioni qui fornite, è di loro esclusiva responsabilità e deve intendersi assunta in piena autonomia decisionale, sotto la loro responsabilità e a loro esclusivo rischio.