Analisi IPO Anima

 Home / Analisi IPO / Analisi IPO Anima
Offerta IPO

Nr. azioni offerte
164,892 mln.

Intervallo di prezzo
3,5 - 4,5 Euro

Lotto minimo
1500 azioni

Pagella
Redditività
Solidità
Crescita
Rischio
Range prezzo valutazione del titolo
Profilo Societario

ANIMA è un punto di riferimento dell'industria italiana del risparmio gestito con una gamma di prodotti e servizi tra le più ampie a disposizione sul mercato. ANIMA articola la propria offerta in fondi comuni di diritto italiano e Sicav di diritto estero. Opera anche nel campo della previdenza complementare per aziende e privati, e in quello delle gestioni patrimoniali e istituzionali.

Analisi IPO

Sulla base del multiplo Prezzo/Utile storico Anima sembra essere collocata ad un prezzo inferiore a quello dei principali comparables sia italiani che europei: i primi quotano infatti ad una media di 18,1 volte ed i secondi a 14,6 volte contro una valorizzazione di Anima compresa tra 8,8 e 11,3 volte (rispettivamente al minimo ed al massimo della forchetta di prezzo), questi valori cambiano però se si considera l'utile netto normalizzato e diventano 11,1 - 14,3 avvicinandosi a quanto espresso dai comparables europei ma mantenendo un buono sconto su quelli nazionali.

Dati Finanziari
Voci di bilancio2014var %2015var %2016
Margine di Interesse-17,75-78,89-3,7528,42-4,81
Margine di Intermediazione211,5636,29288,33-13,20250,26
Risultato di Gestione122,4549,50183,06-14,36156,77
% sul margine di intermed.57,88----63,49----62,64
Risultato Ante Imposte122,4549,50183,06-14,36156,77
% sul margine di intermed.57,88----63,49----62,64
Utile di Esercizio84,8549,54126,89-20,26101,18
% sul margine di intermed.40,11----44,01----40,43
Totale Attivo1.138,0810,421.256,71-1,311.240,25
Patrimonio Netto707,2912,57796,224,72833,78
ROE12,00----15,94----12,14
Commento ai dati di bilancio

Nel triennio 2011-2013 Anima ha registrato un incremento delle commissioni, la principale fonte di ricavo, del 51,1% mentre il margine di intermediazione è aumentato del 110% a 256,9 milioni grazie anche ad oltre 50 milioni di proventi non ricorrenti nell'anno 2013, molto elevata la crescita di risultato di gestione (+854,5% a 165 milioni) e di utile netto (+1329,3% a 119,7 milioni) anch'essi influenzati dai componenti straordinari. La redditività ha beneficiato di questi miglioramenti con il ROE che è passato da valori inferiori al 2% del 2011 al 19,4% del 2013.

Ipotesi Valutazione e Sensitivity Analysis

Per la valutazione di Anima sono state formulate le seguenti ipotesi:

- crescita delle commissioni che passa dal 10% del 2014 al 3% di lungo periodo;
- cost income ratio in netto calo dal 43% del 2014 al 40% del 2017 e seguenti;
- tax rate stabile al 30% su tutto il periodo di previsione;
- payout in crescita dal 50% al 65%;

Il risultato dei metodi Excess Return e Dividend Discount Model si situa su un valore di 5,04 € (superiore al valore massimo della forchetta di prezzo) tuttavia, ipotizzando un diverso andamento del cost income ratio, si giunge a risultati che vanno da 5,25 € (ipotesi ottimistica) a 4,85 € (ipotesi pessimistica) come evidenziato nell'immagine seguente (nella quale la linea arancione rappresenta il valore medio dell'intervallo di prezzo).



Analisi IPO Anima in formato PDF

I target price e le indicazioni di acquisto contenute in questo articolo sono ottenute per mezzo dell'applicativo Step 3.0 sulla base dei dati di mercato disponibili al giorno dell'analisi e della formulazione di ipotesi sul futuro dei risultati finanziari della società analizzata. Dette indicazioni sono fornite esclusivamente a titolo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento finalizzata a porre in atto transazioni sui mercati finanziari. Qualsiasi decisione di investimento che dovesse essere presa dagli utenti del sito, sulla base delle informazioni qui fornite, è di loro esclusiva responsabilità e deve intendersi assunta in piena autonomia decisionale, sotto la loro responsabilità e a loro esclusivo rischio.