Analisi Fondamentale A2A

 Home / Analisi Titoli / Analisi Titolo A2A
Dati Societari

Azioni in circolazione
3132,905 mln.

Capitalizzazione
4.182,43 mln. EURO

Pagella
Redditività
Solidità
Crescita
Rischio
Rating
Buy
Profilo Societario

Il Gruppo A2A, prima local utility italiana per ricavi e margini e secondo operatore indipendente elettrico per capacità installata e volumi di vendita, è presente soprattutto in Nord Italia lungo tutte le fasi sia della filiera dell'energia elettrica, dalla produzione sino alla distribuzione e vendita, sia di quella del gas, dall'approvvigionamento alla fornitura al cliente finale. In particolare, i 8,9 GW di capacità di generazione sono garantiti da asset termoelettrici per 7,0 GW, caratterizzati da un efficiente mix produttivo, e idroelettrici per circa 1,9 GW.A2A ricopre un ruolo di leadership anche nel teleriscaldamento, con circa 1200 MWt di capacità e una rete di distribuzione di circa 1000 Km, e nei servizi ambientali, con circa 2,6 mln ton. di rifiuti trattati, 1,1 TWh di produzione elettrica, 1,0 TWht di calore prodotto da impianti di trattamento e smaltimento. Infine, il gruppo opera nella distribuzione di energia elettrica e di gas naturale, nel ciclo idrico integrato e nell'illuminazione pubblica. Il numero di clienti serviti è per il settore elettrico di circa 1 milione di unità, mentre per il settore gas di circa 1,1 milioni di unità e per il servizio idrico integrato di circa 0,3 milioni di unità. A livello internazionale A2A opera principalmente in Montenegro attraverso la controllata EPCG, attiva nella produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica.

Andamento titolo

Le azioni A2A fanno parte del paniere FTSE Mib e rientrano nel segmento Blue Chips.
A2A mostra una rischiosità in linea con la media del mercato (beta prossimo a 1) grazie alla presenza in settori regolamentati e caratterizzati dalla stabilità dei cash flow.
Negli ultimi 3 anni il titolo A2A ha registrato una performance del 147,5% nettamente migliore del +8,3% dell'indice FTSE Mib: dopo una breve correzione il titolo è più che raddoppiato nel periodo marzo 2013 - marzo 2014, rialzo a cui è seguita una fase laterale di circa un anno per tornare a salire da finne febbraio 2015 raggiungendo i massimi di periodo a inizio dicembre dello stesso anno. Forte correzione nell'ultimo mese con una flessione prossima al 20%.

Dati Finanziari
Voci di bilancio2014var %2015var %2016
Totale Ricavi4.984,00-1,264.921,003,505.093,00
Margine Operativo Lordo1.024,002,341.048,0017,461.231,00
Ebitda margin20,55----21,30----24,17
Risultato Operativo362,00-40,61215,00112,09456,00
Ebit Margin7,26----4,37----8,95
Risultato Ante Imposte161,00-52,8076,00368,42356,00
Ebt Margin3,23----1,54----6,99
Risultato Netto-18,00216,67-57,00-519,30239,00
E-Margin-0,36-----1,16----4,69
PFN (Cassa)3.363,00-13,862.897,008,253.136,00
Patrimonio Netto3.179,002,523.259,000,373.271,00
Capitale Investito6.911,00-6,126.488,004,386.772,00
ROE-0,57-----1,75----7,31
ROI5,53----3,49----7,12
Commento ai dati di bilancio

Nel triennio 2012-2014 A2A ha mostrato un fatturato in calo del 23,1% mentre il margine operativo lordo è diminuito del 4,1% in presenza di margini in crescita di 4,1 punti percentuali. Flessione anche per il risultato operativo (-27,7% a 362 milioni) mentre il risultato netto è passato da 271 a -18 milioni. La redditività del capitale vede il ROE in calo di quasi 8 punti al -0,6% mentre il ROI è passato dal 6,2% al 5,5%. L'indebitamento finanziario netto si è ridotto nel periodo di circa 1 miliardo consentendo una diminuzione del debt to equity da 1,18 a 1,06.

Ultimi Sviluppi : nei primi nove mesi del 2015 i ricavi consolidati sono cresciuti dello 0,2% a 3638 milioni di Euro, l'EBITDA è passato da 783 a 814 milioni di Euro (+4%) mentre l'EBIT è salito a 454 milioni (+8,4%); netto miglioramento dell'utile netto di competenza del gruppo a 237 milioni (+49,1%) mentre scende di oltre 200 milioni l'indebitamento finanziario netto a 3138 milioni.

Comparables
AziendaP/EP/BVDividend Yield %
A2Aneg1,363,24%
Acea17,662,013,34%
Hera22,601,613,60%
Iren19,950,973,90%

Commento : tra le ex-municipalizzate quotate a Piazza Affari A2A risulta nella media se si considera il Price/Book Value (Prezzo/Valore Contabile) mentre non è significativo il Price/Earnings (Prezzo Utili), il rendimento da dividendi, poco superiore al 3%, è invece il più basso tra le aziende incluse nel campione.

Plus e Minus

Opportunità : crescita per linee esterne con l'acquisizione di altre municipalizzate minori (Linea Group Holding)

Rischi : riduzione delle tariffe elettriche

Ultime News

03/04/2017 - A2A: risultati 2016 e nuovo piano industriale

A2A chiude il bilancio 2016 con una buona crescita dei margini operativi ed un utile più che triplicato sull'anno precedente. Nel dettaglio i ricavi sono saliti a 5,09 miliardi di Euro (+3,5%), il margine operativo lordo è salito a 1231 milioni (+17,5%) mentre il risultato operativo è più che raddoppiato a 456 milioni, grazie anche ai minori ammortamenti e svalutazioni; il risultato netto passa i... continua »

10/11/2016 - A2A: bene margini e utile nei conti al 30-09

A2A chiude i conti dei primi 9 mesi del 2016 con ricavi in calo ma con una buona crescita di margini operativi e utile netto. Nel dettaglio i ricavi diminuiscono del 4,3% a 3482 milioni di Euro, il margine operativo lordo si attesta a 872 milioni (+7,1%), il risultato operativo è in crescita a 524 milioni (+15,4%) mentre l'utile passa da 237 a 323 milioni (da 237 a 281 milioni l'utile netto ordina... continua »

12/05/2016 - A2A: ricavi e margini in calo

A2A chiude i conti dei primi 3 mesi del 2016 con ricavi e margini operativi in calo ma con un balzo del 35% dell'utile netto grazie alla scissione di Edipower: nel dettaglio i ricavi diminuiscono del 6,7% a 1287 milioni di Euro, il margine operativo lordo si attesta a 314 milioni (-6,8%), il risultato operativo è in calo a 196 milioni (-14%) mentre l'utile passa da 117 a 158 milioni (da 117 a 133 ... continua »

Ipotesi Valutazione e Sensitivity Analysis

Nell'applicazione del metodo dei flussi di cassa scontati e dell'Economic Value Added si sono ipotizzati:
- una diminuzione dei ricavi dell'1% nel 2015 seguita da una crescita del 2% nel 2016, 2,5% nel biennio successivo e 3% a partire dal 2019;
- margini sulle vendite in crescita fino al 21,3% del 2019 e seguenti;
- un ROI di lungo periodo del 10,5%;
Infine si prevedono un tax rate di lungo periodo del 32%, un costo del debito medio del 4,5% ed un payout in crescita al 64%.
I risultati del modello convergono su un valore per azione di circa 1,31 Euro che tende a crescere (ridursi) di 0,17 Euro per ogni punto in più (in meno) del margine sulle vendite come mostrato nella figura seguente.



Analisi Titolo A2A in formato PDF

I target price e le indicazioni di acquisto contenute in questo articolo sono ottenute per mezzo dell'applicativo Step 3.0 sulla base dei dati di mercato disponibili al giorno dell'analisi e della formulazione di ipotesi sul futuro dei risultati finanziari della società analizzata. Dette indicazioni sono fornite esclusivamente a titolo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento finalizzata a porre in atto transazioni sui mercati finanziari. Qualsiasi decisione di investimento che dovesse essere presa dagli utenti del sito, sulla base delle informazioni qui fornite, è di loro esclusiva responsabilità e deve intendersi assunta in piena autonomia decisionale, sotto la loro responsabilità e a loro esclusivo rischio.