Analisi Fondamentale Ubi Banca

 Home / Analisi Titoli / Analisi Titolo Ubi Banca
Dati Societari

Azioni in circolazione
976,300 mln.

Capitalizzazione
3.586,93 mln. EURO

Pagella
Redditività
Solidità
Crescita
Rischio
Rating
Hold
Profilo Societario

UBI Banca è il quinto Gruppo Bancario in Italia per numero di sportelli, con una quota di mercato superiore al 5% e una presenza significativa nelle regioni a più alto potenziale del Paese. UBI Banca è un Gruppo bancario quotato alla Borsa di Milano e incluso nell'indice FTSE MIB.

Andamento titolo

Le azioni Ubi Banca fanno parte del paniere FTSE Mib e rientrano nel segmento Blue Chips.
Ubi Banca mostra una rischiosità superiore a quella del mercato (beta maggiore di 1), risultato dell'esposizione dei ricavi all'andamento dei mercati finanziari e del ciclo economico in generale.
Negli ultimi 3 anni il titolo Ubi Banca ha registrato una performance del -38,2% nettamente inferiore al +4% dell'indice FTSE Mib; il titolo ha avuto un andamento simile a quello dell'indice fino a dicembre 2015; con l'inizio del 2016 è iniziata una fase fortemente negativa che ha portato il titolo a perdere metà del suo valore in meno di due mesi ed oltre il 65% ai minimi di fine settembre. Da dicembre 2016 è iniziata una ripresa piuttosto decisa che sembra essere tuttora in corso.

Dati Finanziari
Voci di bilancio2014var %2015var %2016
Margine di Interesse1.950,72-14,041.676,92-8,661.531,71
Margine di Intermediazione3.713,34-3,353.589,11-7,303.326,99
Risultato di Gestione1.199,05-8,991.091,27-53,46507,90
% sul margine di intermed.32,29----30,41----15,27
Risultato Ante Imposte-775,90-135,05271,97-528,25-1.164,71
% sul margine di intermed.-20,90----7,58-----35,01
Utile di Esercizio-703,59-120,53144,47-684,98-845,09
% sul margine di intermed.-18,95----4,03-----25,40
Totale Attivo121.786,70-3,77117.200,77-4,11112.383,92
Patrimonio Netto10.359,071,5310.517,76-13,849.061,61
ROE-6,79----1,37-----9,33
Commento ai dati di bilancio

Nel triennio 2014-2016 Ubi Banca ha registrato una diminuzione del Margine di Interesse del 21,5% mentre il Margine di Intermediazione è sceso del 10,4% sostenuto dal buon andamento delle commissioni; flessione anche per il Risultato di Gestione a quota 507,9 milioni (-57,6%) anche a causa del forte incremento degli accantonamenti su crediti. A livello di risultato netto si registra una perdita di 845,1 milioni in crescita sul 2014. La redditività del capitale è scesa di oltre due punti con il ROE che è passato dal -6,8% al -9,3%.

Ultimi Sviluppi : nei primi tre mesi del 2017 il margine di interesse è diminuito del 10,4% a 347,2 milioni, mentre le commissioni nette sono salite del 4,1% a 350,9 milioni e il totale proventi operativi ha chiuso a +3,3%. Andamento positivo per il risultato di gestione (+12,6% a 276,1 milioni) ed il risultato netto (+59,4% a 67 milioni).

Comparables
AziendaP/EP/BVDividend Yield %
Ubi Bancaneg0,412,90%
Banco BPMneg0,350,00%
Credem17,090,912,21%
BPERn.s.0,471,27%

Commento : nel raffronto tra le principali banche regionali Ubi Banca risulta tra quelle più a buon mercato sulla base del Price/Book Value (Prezzo/Valore Contabile) mentre il Price/Earnings (Prezzo/Utili) non è significativo, buono il rendimento da dividendi, poco sotto al 3% ed il più elevato tra le aziende incluse nel campione.

Plus e Minus

Opportunità : l'integrazione di Banca Marche, Banca Etruria e Carichieti, ripulite dai crediti inesigibili, consentirà di ampliare le attività in nuove aree del Paese e realizzare importanti sinergie

Rischi : ancora incertezza sui crediti deteriorati (nonostante sia aumentato considerevolmente il tasso di copertura)

Ultime News

11/05/2017 - Ubi Banca: netto miglioramento dei risultati

Ubi Banca chiude i primi 3 mesi dell'anno con un risultato netto in crescita di quasi il 60% sullo stesso periodo dell'anno precedente grazie alla crescita dei ricavi e alla contemporanea diminuzione dei costi. Nel dettaglio il margine di interesse diminuisce del 10,4% a 347,2 milioni, mentre le commissioni nette crescono del 4,1% a 350,9 milioni, e i proventi da negoziazione balzano di oltre il 3... continua »

10/02/2017 - Ubi Banca: perdita di 830 milioni nel 2016

La pulizia sui crediti deteriorati iscritti in bilancio porta in rosso i conti di Ubi Banca che prosegue però nell'implementazione del piano industriale e conferma il dividendo dell'anno precedente. Nel dettaglio il margine di interesse è in calo dell'8,2% a 1497,9 milioni di Euro mentre i proventi operativi diminuiscono del 7,5% a 3119,5 milioni, sostenuti dal buon andamento delle commissioni (+2... continua »

11/11/2016 - Ubi Banca: resta in rosso nei 9 mesi

Ubi Banca chiude i primi 9 mesi dell'anno con un risultato netto negativo che risente del forte incremento degli accantonamenti su crediti, più che raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2015, ed in misura minore del negativo andamento del risultato di gestione. Nel dettaglio il margine di interesse diminuisce del 9% a 1133,1 milioni, mentre le commissioni nette crescono del 2% a 988,8 milio... continua »

Ipotesi Valutazione e Sensitivity Analysis

Nell'applicazione del metodo del dividend discount model e dell'excess return si sono ipotizzati:
- una crescita delle attività costante al 3% su tutto il periodo;
- una crescita delle commissioni che passa dal 4% del 2017 al 3% del 2019 e seguenti;
- un cost/income ratio in progressiva diminuzione (fino al 65% del 2022);
Infine si prevedono un tax rate al 32% ed un'incidenza degli accantonamenti su crediti in progressiva diminuzione fino allo 0,35%.
I risultati del modello convergono su un valore per azione di circa 3,75 Euro che tende a crescere (ridursi) di 0,24 Euro per ogni punto in meno (in più) del cost income ratio come mostrato nella figura seguente.



Analisi Titolo Ubi Banca in formato PDF

I target price e le indicazioni di acquisto contenute in questo articolo sono ottenute per mezzo dell'applicativo Step 3.0 sulla base dei dati di mercato disponibili al giorno dell'analisi e della formulazione di ipotesi sul futuro dei risultati finanziari della società analizzata. Dette indicazioni sono fornite esclusivamente a titolo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento finalizzata a porre in atto transazioni sui mercati finanziari. Qualsiasi decisione di investimento che dovesse essere presa dagli utenti del sito, sulla base delle informazioni qui fornite, è di loro esclusiva responsabilità e deve intendersi assunta in piena autonomia decisionale, sotto la loro responsabilità e a loro esclusivo rischio.