Analisi Settore: Farmaceutica

 Home / Analisi di settore / Analisi Settore: Farmaceutica

Analisi Settore: Farmaceutica

Quando si parla di industria farmaceutica viene spesso in mente l’espressione “Big Pharma”: le multinazionali di maggiori dimensioni che producono e commercializzano i cosiddetti farmaci blockbuster (ossia quelli che fatturano più di un miliardo di dollari all’anno); tra queste troviamo le americane Pfizer e Merck ed i colossi europei Novartis, Roche, e Sanofi. Se si guarda al mercato italiano le società farmaceutiche sono di taglia molto più contenuta e se si restringe ulteriormente il campione a quelle quotate che producono utili l’elenco si riduce ad un solo nominativo: Recordati.  

L’andamento borsistico degli ultimi 3 anni di queste società mostra che non sempre le dimensioni sono importanti: la piccola Recordati ha infatti battuto nettamente tutti i concorrenti più blasonati con uno stupefacente +197% mentre le rimanenti aziende non sono riuscite ad andare oltre il +14,3% di Pfizer e Merck o hanno visto scendere i prezzi delle azioni come nel caso di Sanofi e Roche (si veda in proposito il grafico 1).

Grafico 1: andamento comparato società farmaceutiche (realizzato con funzione Storico e Backtesting di Step 3.0)

 

Questi andamenti sono in parte spiegabili con l’andamento degli utili delle società considerate: la tabella 1 mostra l’evoluzione comparata e ribasata a 100 degli utili netti di competenza nel periodo 2012-2015 delle società considerate.

 

Anno di bilancio

2012

2013

2014

2015

Merck & Co

100,00

71,40

193,26

72,02

Novartis

100,00

95,40

104,71

191,84

Pfizer

100,00

151,02

62,70

47,77

Recordati

100,00

112,82

136,04

167,78

Roche

100,00

117,04

97,83

92,91

Sanofi

100,00

74,83

88,38

86,31

 

Tabella 1: evoluzione utili netti di competenza base 2012 = 100 (realizzato con funzione Analisi storiche di Step 3.0)

 

E’ possibile notare come Recordati sia l’unica società ad aver realizzato una crescita costante degli utili, totalizzando nel periodo un +67,8%, se si considera poi che il risultato di Novartis nel 2015 è influenzato in maniera considerevole da componenti non ricorrenti, Recordati risulta essere la società che ha realizzato i maggiori incrementi percentuale degli utili a fronte di andamenti riflessivi da parte dei concorrenti (in tabella 2 il dato depurato dai proventi delle attività discontinue).

 

Anno di bilancio

2012

2013

2014

2015

Merck & Co

100,00

71,71

189,46

70,79

Novartis

100,00

95,48

108,72

74,93

Pfizer

100,00

119,88

95,82

73,28

Recordati

100,00

112,82

136,03

167,77

Roche

100,00

116,37

97,56

92,66

Sanofi

100,00

75,45

87,79

87,85

 

Tabella 2: evoluzione utili netti da attività continuative base 2012 = 100 (realizzato con funzione Analisi storiche di Step 3.0)

 

Venendo ad un raffronto sulla base dei principali multipli di mercato (tabella 3) è possibile osservare come Recordati sia diventata abbastanza cara sia sulla base del multiplo Prezzo/Utile atteso che sulla base del Price/Book Value, inoltre anche il rendimento da dividendi è il più basso tra le società considerate e risente del forte incremento dei prezzi negli ultimi anni che ha più che compensato il raddoppio della cedola. La società più a buon mercato, secondo tutti e tre i parametri, risulta invece essere Sanofi.

 

Società

P/U Anno 2016

P/Book Value

Yield %

Merck & Co

14,60

3,37

3,31

Novartis

15,71

2,28

3,68

Pfizer

13,54

3,16

3,39

Recordati

22,01

5,82

2,48

Roche

16,54

10,03

3,32

Sanofi

12,66

1,57

4,20

 

Tabella 3: multipli di mercato (realizzato con funzione Analisi comparative di Step 3.0)

 

Dal punto di vista delle raccomandazioni degli analisti (tabella 4) sono Roche e Sanofi le società preferite con margini di rivalutazione rispettivamente del 26% e 19% seguite da Novartis e Pfizer mentre Merck e Recordati sono sostanzialmente in linea con gli ultimi prezzi di mercato; tra le società considerate solo Novartis e Sanofi hanno indicazioni negative (rispettivamente 4 e 5 Underperform) mentre le società ad avere il maggior numero di indicazioni positive in percentuale sono Roche e Pfizer.

 

Società

Buy

Outperform

Hold

Underperform

Sell

Target Medio

Prezzo

Diff %

Merck & Co

2

1

14

0

0

55,67

54,32

2,48%

Novartis

10

5

14

4

0

86,48

73,35

17,91%

Pfizer

15

6

13

0

0

36,67

33,03

11,01%

Recordati

1

3

5

0

0

24,41

24,21

0,83%

Roche

14

7

2

0

0

307,18

243,9

25,95%

Sanofi

3

1

19

5

0

82,96

69,75

18,94%

 

Tabella 4: indicazioni e target analisti (realizzato con funzione Raccomandazioni analisti di Step 3.0)

 

Conclusioni: tra le società considerate Roche sembra essere la più promettente se si vuole dare credito alle indicazioni degli analisti mentre Sanofi è la più interessante sulla base dei multipli, una scelta equilibrata potrebbe essere quindi quella di posizionarsi su entrambe i titoli. Difficilmente Recordati sarà in grado di riproporre le eccezionali performance dell’ultimo triennio anche se le informazioni del primo trimestre mostrano un ottimo andamento dei conti con crescita a doppia cifra di margini e utile.