Analisi Settore Risparmio Gestito

 Home / Analisi di settore / Analisi Settore Risparmio Gestito

Analisi Settore Risparmio Gestito

Nell’ultimo triennio le società del risparmio gestito si sono comportate meglio della media dei titoli finanziari, a fronte infatti di una variazione del -34% del Ftse Italia All Share Financials le principali società di gestione del risparmio hanno realizzato performance comprese tra il -14,3% di Banca Mediolanum e il +60,6% di FinecoBank; solo Anima, con un -46,3%, ha fatto peggio dell’indice settoriale. Anche effettuando il confronto con l’indice rappresentativo di tutto il mercato si scopre come la maggioranza delle società (4 su 5) abbia superato il benchmark, queste considerazioni valgono anche restringendo ad un solo anno l’analisi (grafico 1) con la differenza che in questo caso tutte le società hanno superato l’indice, con performance comprese tra il -13,8% di Banca Mediolanum e il +20,5% di Finecobank (-14% il Ftse Mib).

Grafico 1: andamento società operanti nel settore del risparmio gestito a confronto con l’indice Ftse Mib (realizzato con funzione Storico e Backtesting di Step 3.0)

 

Questo andamento trova conferma nei fondamentali delle società analizzate. Se osserviamo l’andamento delle commissioni nette nel primo semestre 2020 e lo mettiamo a confronto con lo stesso periodo del 2019 (tabella 1) possiamo notare come solo Azimut e Banca Mediolanum abbiano registrato una diminuzione (peraltro contenuta) di questa voce mentre le rimanenti abbiano messo a segno incrementi che vanno dal 7,5% di Banca Generali al 32,7% di Finecobank.

 

Società

I H 2019

I H 2020

Var. %

Anima

162,054

185,173

14,27%

Azimut

261,561

261,236

-0,12%

Banca Generali

240,03

257,903

7,45%

Banca Mediolanum

429,22

424,79

-1,03%

Finecobank

158,643

210,57

32,73%

 

Tabella 1: evoluzione comparata ricavi da commissioni nel primo semestre 2020 e 2019 (realizzato con funzione Analisi temporali di Step 3.0)

 

Spostando il focus sull’andamento degli utili (tabella 2) si nota come il quadro non cambi molto, con Finecobank a guidare la classifica delle società a maggior crescita e con Azimut e Banca Mediolanum nelle retrovie, il mercato sembra aver quindi premiato la società che è stata in grado di garantire il miglior andamento delle performance reddituali mentre è rimasto prudente con tutte le rimanenti anche se alcune (è il caso di Anima) hanno messo a segno una buona crescita dell’utile.

 

Anno di bilancio

I H 2019

I H 2020

Var. %

Anima

63,379

72,603

14,55%

Azimut

171,025

143,025

-16,37%

Banca Generali

132,8

131,948

-0,64%

Banca Mediolanum

171,342

150,489

-12,17%

Finecobank

134,114

180,174

34,34%

 

Tabella 2: evoluzione comparata degli utili nel primo semestre 2020 e 2019 (realizzato con funzione Analisi temporali di Step 3.0)

 

L’analisi dei multipli di mercato (tabella 3) mostra range piuttosto ampi: il multiplo P/Utili è compreso infatti tra il 6,1 di Azimut e il 25,2 di Finecobank, anche nell’analisi comparata del Price/Book Value troviamo Finecobank ai vertici con valori sopra quota 5 mentre è Anima la società più a buon mercato con un valore poco sopra l’unità. Molto ampia anche la forbice del Price/Sales compresa tra l’1,3 di Banca Mediolanum e l’11,2 di Finecobank.

 

Società

P/U

P/Book Value

P/Sales

Anima

8,98

1,04

3,84

Azimut

6,1

3,02

2,51

Banca Generali

11,46

3,4

5,27

Banca Mediolanum

8,38

2,02

1,33

Finecobank

25,23

5,26

11,17

 

Tabella 3: multipli di mercato (realizzato con funzione Analisi comparative di Step 3.0)

 

Venendo infine alle raccomandazioni degli analisti (tabella 4) è possibile notare come tutte le società abbiano margini di apprezzamento anche se, nella maggioranza dei casi, piuttosto contenuti arrivando solo in due casi (Anima e Banca Mediolanum) a superare il 10%, si segnala inoltre come nessuna società abbia indicazioni negative (Underperform o Sell).

 

Società

Buy

Outperform

Hold

Underperform

Sell

Target Medio

Prezzo

Diff. %

Anima

7

3

3

0

0

4,62

3,45

34,05%

Azimut

0

1

6

0

0

17,29

15,76

9,68%

Banca Generali

2

2

6

0

0

27,76

26,68

4,05%

Banca Mediolanum

2

0

4

0

0

7,42

6,4

15,89%

Finecobank

5

0

3

0

0

12,96

11,94

8,56%

 

Tabella 4: indicazioni e target analisti (realizzato con funzione Raccomandazioni analisti di Step 3.0)

 

Conclusioni: l’analisi congiunta delle performance passate, dei multipli di mercato e delle raccomandazioni degli analisti porta ad identificare in Anima il titolo con le migliori prospettive future, tenuto conto del fatto che i buoni risultati dei primi sei mesi dell’anno in termini di ricavi e utile non si siano riflessi in un corrispondente apprezzamento del titolo. L’ottimo andamento di Finecobank sembra invece già adeguatamente prezzato dal mercato.