Analisi Farmaceutica

 Home / Analisi di settore / Analisi Farmaceutica

Analisi Farmaceutica

Il recente passaggio di proprietà di una quota di maggioranza di Recordati, con successiva Opa sul 100% delle azioni, rischia di togliere dal listino una delle poche società italiane del settore quotate (anche se si prevede che, dato il prezzo di offerta inferiore alle quotazioni attuali, le adesioni saranno limitate), società che ha dato notevoli soddisfazioni nel corso del tempo agli azionisti. 

In un confronto a 3 anni tra la società italiana ed i principali big europei (le elvetiche Novartis e Roche, la francese Sanofi e la tedesca Merck Kgaa) la società italiana mantiene infatti, nonostante la flessione registrata da inizio anno, un netto vantaggio con un +40,5% seguita a notevole distanza da Merck che sale del 7,5% mentre sono negative le performance delle altre aziende che si deprezzano con percentuali che vanno dal -5,2% di Roche al -13,1% di Sanofi (si veda in proposito il grafico 1).

Grafico 1: andamento comparato società farmaceutiche (realizzato con funzione Storico e Backtesting di Step 3.0)

 

Questi andamenti sono in buona parte spiegabili con l’andamento dell’Ebitda: la tabella 1 mostra l’evoluzione comparata e ribasata a 100 dei margini lordi nel periodo 2014-2017 delle società considerate.

 

Società

2014

2015

2016

2017

Merck Kgaa

100,0

107,4

141,4

137,1

Novartis

100,0

89,1

90,4

92,8

Recordati

100,0

115,8

133,4

166,0

Roche

100,0

104,5

107,8

101,1

Sanofi

100,0

99,8

99,1

95,7

 

Tabella 1: evoluzione Ebitda base 2014 = 100 (realizzato con funzione Analisi storiche di Step 3.0)

 

E’ possibile notare come Recordati sia l’unica società ad aver realizzato una crescita costante dell’Ebitda, totalizzando nel periodo un +66%, seguita da Merck con un +37,1% (spinto dall’acquisizione di Sigma Aldrich tra il 2015 e il 2016 che ha fatto però salire in maniera considerevole anche l’indebitamento), molto più contenuta la crescita di Roche e addirittura negativo l’andamento per Novartis e Sanofi; Recordati risulta anche essere la società che ha offerto i maggiori incrementi dei dividendi per azione (tabella 2) con un +70% nel periodo, sopravanzando nettamente gli altri comparables che non vanno oltre il +25% di Merck.

 

Società

2014

2015

2016

2017

Merck Kgaa

100,0

105,0

120,0

125,0

Novartis

100,0

103,8

105,8

107,7

Recordati

100,0

120,0

140,0

170,0

Roche

100,0

101,3

102,5

103,8

Sanofi

100,0

102,8

103,9

106,3

 

Tabella 2: evoluzione dividendi per azione base 2014 = 100 (realizzato con funzione Analisi storiche di Step 3.0)

 

Venendo ad un raffronto sulla base dei principali multipli di mercato (tabella 3) è possibile osservare come Roche e Sanofi siano le società più a buon mercato sulla base del rapporto Prezzo/Utili atteso oltre ad essere quelle che offrono i rendimenti da dividendi più generosi, Sanofi risulta anche la società meno cara se si guarda al Price/Book Value mentre Recordati si posiziona tra le più care sia per quanto riguarda il P/U che il P/BV con un rendimento da dividendi leggermente al di sotto della media del campione.

 

Società

P/U 2018

P/Book Value

Yield %

Merck Kgaa

16,78

2,71

1,43

Novartis

15,67

2,61

3,44

Recordati

19,61

6,07

2,85

Roche

13,53

7,72

3,51

Sanofi

13,74

1,62

4,05

 

Tabella 3: multipli di mercato (realizzato con funzione Analisi comparative di Step 3.0)

 

Dal punto di vista delle raccomandazioni degli analisti (tabella 4) sono Recordati, Roche e Novartis le società con i margini di rivalutazione più elevati (tra l’11 e il 12%) seguite da Merck e Sanofi nella fascia 6-9%; tra le società considerate solo Recordati non ha indicazioni negative (Underperform o Sell) mentre le società ad avere il maggior numero di indicazioni positive (Buy e Outperform) in percentuale sono Novartis e Roche.

 

Società

Buy

Outperform

Hold

Underperform

Sell

Target Medio

Prezzo

Diff. %

Merck Kgaa

22

3

30

5

0

95,61

87,44

9,34%

Novartis

15

7

5

1

0

47,59

42,78

11,24%

Recordati

1

0

2

0

0

33,33

29,8

11,85%

Roche

20

14

18

8

0

263,24

236,65

11,24%

Sanofi

10

2

11

2

0

79,39

74,9

5,99%

 

Tabella 4: indicazioni e target analisti (realizzato con funzione Raccomandazioni analisti di Step 3.0)

 

Conclusioni: nel complesso Roche sembra essere la società che presenta il profilo più equilibrato di crescita storica  di margini e utile, multipli e indicazioni da parte degli analisti, avendo anche realizzato un buona ripresa dei prezzi dai minimi di inizio giugno, mentre Recordati, pur presentando un buon potenziale di rivalutazione, potrebbe restare condizionata dal lancio dell’Opa coi prezzi che non dovrebbero discostarsi molto dai valori attuali.