Analisi Fondamentale Telecom Italia

 Home / Analisi Titoli / Analisi Titolo Telecom Italia

Data pubblicazione: 10/04/2016

Dati Societari

Azioni in circolazione
21230,915 mln.

Prezzo azioni ordinarie
0,89 EURO

Capitalizzazione
18.863,67 mln. EURO

* Dati riferiti alla data di pubblicazione

Autore: Claudio Guerrini

Pagella
Redditività
Solidità
Crescita
Rischio
Rating
Hold
Profilo Societario

Il Gruppo Telecom Italia opera in tutta la filiera dei servizi di comunicazione avanzata: telecomunicazioni fisse, mobili ed internet, con i brand Telecom Italia e TIM; office & system solutions (Olivetti); ricerca e sviluppo (Telecom Italia Lab). Il Gruppo è presente in Europa, bacino Mediterraneo e Sud America. Telecom Italia è in Italia uno dei maggiori operatori di telecomunicazioni fisse, con quasi 12 mln di linee in Italia e 8,8 mln di accessi broadband (di cui 7 mln retail e 1,8 mln wholesale). E' anche uno dei maggiori operatori mobili italiani, con 30 mln di linee. All'estero, TIM Brasil è una realtà in continua crescita, ed offre servizi di telefonia mobile (oltre 72,5 milioni di linee) e servizi convergenti.

Andamento titolo

Le azioni Telecom Italia fanno parte del paniere FTSE Mib e rientrano nel segmento Blue Chips.
Telecom Italia mostra una rischiosità maggiore di quella del mercato (beta maggiore di 1) riflettendo l'elevata leva finanziaria e la presenza in un business ad alto tasso di concorrenza.
Negli ultimi 3 anni il titolo Telecom Italia ha registrato una performance del 51,1% rispetto al +11,1% messo a segno dall'indice FTSE Mib. Le azioni hanno avuto un iniziale trend negativo con minimo di periodo a luglio 2013, successivamente è iniziata una risalita che ha portato ad un guadagno di circa il 160% nel giro di circa due anni (massimi a ottobre 2016) seguita da un nuovo andamento riflessivo negli ultimi 5 mesi.

Dati Finanziari
Voci di bilancio2013var %2014var %2015
Totale Ricavi23.731,00-7,4021.974,00-8,9620.005,00
Margine Operativo Lordo9.540,00-7,908.786,00-20,287.004,00
Ebitda margin40,20----39,98----35,01
Risultato Operativo2.800,0060,754.501,00-41,682.625,00
Ebit Margin11,80----20,48----13,12
Risultato Ante Imposte873,00230,812.888,00-63,371.058,00
Ebt Margin3,68----13,14----5,29
Risultato Netto-238,00-923,531.960,00-66,48657,00
E-Margin-1,00----8,92----3,28
PFN (Cassa)27.942,000,2828.021,001,6228.475,00
Patrimonio Netto20.186,007,5021.699,00-1,6921.333,00
Capitale Investito49.017,003,5950.776,000,8951.228,00
ROE-1,18----9,03----3,08
ROI5,82----9,05----5,27
Commento ai dati di bilancio

Nel triennio 2013-2015 Telecom Italia ha registrato una flessione del fatturato del 15,7% mentre il margine operativo lordo è passato da 9540 a 7004 milioni di Euro (-26,6%), in presenza di una diminuzione dei margini di circa 5,2 punti percentuali; più contenuta la flessione del risultato operativo a 2625 milioni di Euro (-6,3%), grazie alle minori svalutazioni, mentre a livello di risultato netto si è passati da una perdita di 238 milioni ad un utile di 657 milioni. Gli indicatori di redditività mostrano un miglioramento di oltre 4 punti per il ROE (che torna positivo al 3,1%) mentre il ROI scende di circa mezzo punto al 5,3%. Dal punto di vista patrimoniale l'indebitamento finanziario netto è aumentato di circa 500 milioni a quota 28,5 miliardi di Euro con un rapporto debt to equity in diminuzione da 1,38 a 1,33.

Comparables
AziendaP/EP/BVDividend Yield %
Telecom Italianeg0,930%
Deutsche Telekom21,382,373,64%
Orange14,211,224,22%
Telefonica16,872,598,06%

Commento : nel raffronto coi principali operatori europei di telecomunicazioni Telecom Italia risulta la più a buon mercato sulla base del rapporto Price/Book Value (Prezzo/Valore Contabile) mentre il Price/Earnings non è significativo visto il risultato negativo del 2015; per quanto riguarda il rendimento da dividendi, che quest'anno sarà distribuito solo alle azioni di risparmio, è il più basso tra le aziende incluse nel campione.

Plus e Minus

Opportunità : l'ingresso di Vivendi nell'azionariato e il rinnovo del management potrebbero portare un nuovo impulso alle attività da realizzare in partnership con la società francese

Rischi : ancora pressione sui margini nel mercato brasiliano aggravati dalla crisi economica del paese sudamericano

Ultime News

09/11/2018 - Telecom Italia: le svalutazioni portano in rosso i conti

La svalutazione sull'avviamento domestico, dovuta al deterioramento del quadro competitivo e regolatorio, impatta per circa 2 miliardi sui conti di Telecom Italia, che chiude i primi nove mesi del 2018 con una perdita di 0,8 miliardi in presenza di ricavi e margini in flessione. Nel dettaglio i ricavi ammontano a 14217 milioni di euro (-3,1% rispetto allo stesso periodo del 2017 e +1,1% in termini... continua »

25/07/2018 - Telecom Italia: utile in crescita a 618 milioni

Ricavi e margini operativi in calo per Telecom Italia nei primi sei mesi dell'anno ma utile in crescita grazie alla minore incidenza delle imposte. Nel dettaglio i ricavi diminuiscono del 2,7% a 9,5 miliardi, l'Ebitda è pari a 3,92 miliardi di euro (-4,8%), l'Ebit ammonta a 1728 milioni di euro (dai 1871 milioni del primo semestre 2017) mentre il risultato netto passa da 596 a 618 milioni grazie a... continua »

17/05/2018 - Telecom Italia: utile trimestrale in crescita a 250 milioni

Telecom Italia chiude i primi tre mesi del 2018 con una flessione di ricavi e margini operativi ma migliora a livello di risultati depurati da effetto cambi e oneri non ricorrenti. Nel dettaglio i ricavi ammontano a 4709 milioni di euro (-2,3% rispetto allo stesso periodo del 2017 e +2,7% in termini organici), il margine operativo lordo (Ebitda) diminuisce dell'8,7% a 1817 milioni (+1,8% l'Ebitda ... continua »

Ipotesi Valutazione e Sensitivity Analysis

Nell'applicazione del metodo dei flussi di cassa scontati e dell'Economic Value Added si sono ipotizzati:
- una crescita dei ricavi negativa nel 2016 (-5%) nulla nel 2017 e +1% a partire dal 2017;
- margini in progressiva ripresa dal 41,5% del 2016 fino al 44,5% del 2019 e seguenti;
- un ROI di lungo periodo dell'8,1%.
Infine si prevedono: un tax rate in calo al 32%, un costo del debito medio in calo al 4% ed un payout in progressiva crescita fino al 75%.
I risultati del modello convergono su un valore per azione di 0,98 Euro che tende a crescere (ridursi) di 0,09 Euro per ogni punto in più (in meno) del margine sulle vendite come mostrato nella figura seguente.



Analisi Titolo Telecom Italia in formato PDF

DISCLAIMER

Questa pubblicazione (la "Pubblicazione") è stata preparata da Claudio Guerrini (l'"Autore") con l'ausilio del software Step 3.0 sviluppato da Evaluation.it Srl.

La Pubblicazione è stata elaborata in maniera autonoma e indipendente e senza la collaborazione della società oggetto di analisi (la "Società") o di altra società alla medesima legata da rapporti di partecipazione o controllo. La Pubblicazione ha scopo meramente informativo e, pertanto (i) non rappresenta, né può essere interpretata come, un'offerta o una sollecitazione ad acquistare, sottoscrivere o vendere prodotti o strumenti finanziari emessi o che saranno emessi dalla Società, o ad eseguire altre operazioni relative a tali prodotti o strumenti e (ii) non deve in alcun modo essere considerata idonea a sostituirsi all'autonomo giudizio di investimento dei potenziali destinatari.

Questa Pubblicazione è destinata alla distribuzione ed all'uso esclusivo delle persone che sono controparti ammissibili o clienti professionali, vale a dire persone che hanno esperienza professionale in investimenti, che sono persone autorizzate o persone esenti ai sensi del Financial Services and Markets Act 2000 e COBS 4.12 del New Conduct of Business Sourcebook del FCA. Per i residenti in Italia, questo documento è destinato alla distribuzione solo presso i clienti professionali e le controparti qualificate come definite nel Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 e successive modificazioni ed integrazioni. Né Evaluation.it Srl, né alcuno dei suoi soci o dipendenti, ivi incluso l'Autore, garantiscono alcun risultato specifico per quanto riguarda le informazioni contenute nella presente Pubblicazione e declinano pertanto ogni responsabilità, diretta o indiretta, per gli eventuali danni, perdite, costi, spese o minori guadagni derivanti o comunque connessi con i contenuti della medesima. Ogni decisione di investimento/disinvestimento è di esclusiva responsabilità della parte destinataria della Pubblicazione, che è tenuta a svolgere autonome valutazioni sulla Società e sugli strumenti finanziari a cui è fatto riferimento nella Pubblicazione e ad assumere le proprie decisioni di investimento in modo autonomo e senza fare indebito affidamento sui contenuti della Pubblicazione.

Le informazioni, le stime e le opinioni contenute nella presente Pubblicazione si basano su informazioni messe a disposizione del pubblico dalla Società (bilanci annuali e infrannuali, comunicati stampa, presentazioni aziendali, documento di ammissione) o altrimenti disponibili al pubblico in quanto elaborate da siti di informazione finanziaria o dalla stampa periodica. Nonostante Evaluation.it Srl ritenga che tali fonti siano attendibili, essa non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda la completezza, accuratezza o l'esattezza di tali informazioni e fonti.

Le informazioni, le stime e le opinioni contenute nel presente documento si riferiscono alla data della Pubblicazione e non vi è alcuna garanzia che i risultati e le performance future della Società siano coerenti con tali informazioni, stime e opinioni. Evaluation.it Srl non ha alcun obbligo di aggiornare o modificare la presente Pubblicazione, né di dare avviso del suo eventuale ritiro. Inoltre, le informazioni, le stime e le opinioni espresse in questa Pubblicazione possono essere soggette a modifiche e/o aggiornamenti, sulla base delle informazioni nuove e/o ulteriori disponibili, senza che ne sia dato avviso ai destinatari. Né la presente Pubblicazione, né alcuna copia di essa, possono essere riprodotti, direttamente o indirettamente, né distribuiti a terzi. Evaluation.it Srl ha ultimato la Pubblicazione alla data indicata nell'intestazione del presente documento. La Pubblicazione potrà essere oggetto di aggiornamento periodico, con una frequenza che dipenderà dal verificarsi di circostanze di fatto rilevanti (eventi societari, modifiche normative e regolamentari ecc.).

CERTIFICAZIONI DELL'AUTORE

L'Autore che ha predisposto la Pubblicazione, il cui nome è riportato nell'intestazione del presente documento, dichiara che:

  • a) le opinioni espresse sulla Società riflettono accuratamente la sua opinione personale, obiettiva ed indipendente;
  • b) non è previsto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni ivi espresse;
  • c) né l'Autore né qualsiasi altra persona della sua famiglia operano come funzionari, direttori o membri del Consiglio d'Amministrazione della Società;
  • d) l'Autore non riceve bonus, stipendi o qualsiasi altra forma di compensazione basati su specifiche operazioni di investment banking.

NOTE METODOLOGICHE

I Valori (o fair value) comunicati nella Pubblicazione sono basati sui metodi "discounted cash flow" ed "economic value added" nel caso di società industriali e di servizi ed "excess return" e "dividend discount model" per le società bancarie e assicurative. Qualsiasi sia il metodo di valutazione, si sottolinea che vi è il rischio concreto che il prezzo del titolo non si adegui al valore ipotizzato nella ricerca. I principali fattori di rischio includono imprevisti cambiamenti nell'andamento generale dell'economia, dei mercati finanziarie e nello scenario competitivo e nel livello della domanda per i prodotti della Società. Tali cambiamenti possono essere comportati, a titolo di esempio, da cambiamenti nei valori sociali, cambiamenti nei livelli di tassazione, dei tassi di cambio valute o nella regolamentazione. Tutti i prezzi sono riportati come prezzi di chiusura di mercato se non indicato diversamente.

RATING STOCK

I giudizi di "Strong Buy", "Buy", "Hold", "Reduce" e "Sell" si basano sul rapporto tra Valore risultante dall'analisi (V) e Prezzo di mercato del titolo (P) alla dalla data di valutazione (indicata nell'intestazione di questa Pubblicazione). I rating azionari e le valutazioni sono emessi in termini assoluti, non relativi alla performance del mercato.

Casi possibili:

  • STRONG BUY: rapporto V/P > 1,4;
  • BUY: rapporto V/P compreso tra 1,15 e 1,4;
  • HOLD: rapporto V/P compreso tra 0,85 e 1,15;
  • REDUCE: rapporto V/P compreso tra 0,6 e 0,85;
  • SELL: rapporto V/P < 0,6;

Il prezzo delle azioni indicato è il prezzo di riferimento del primo giorno di mercato aperto antecedente alla data dell'analisi indicata nell'intestazione di questa Pubblicazione.